Solidarietà dal carcere di Cosenza ad Amatrice

Solidarietà dal carcere di Cosenza ad Amatrice

Liberamente progetto detenutiI detenuti della casa circondariale di Cosenza, allievi del corso di scrittura creativa promosso dall’associazione di volontariato penitenziario LiberaMente, devolveranno il loro gettone di presenza, previsto dal progetto, alla scuola di  Amatrice per la ricostruzione dopo il terremoto.

“Nel guardare la televisione e il disastro che ha colpito le popolazioni del centro Italia, le loro vite distrutte, non abbiamo potuto che pensare ai bambini, bambini che avevano perso i genitori, che avevano perso la casa e il diritto di andare a scuola” – scrivono i detenuti in una missiva letta alla presenza del direttore della casa circondariale, Filiberto Benevento, del presidente dell’associazione Francesco Cosentini, del team di educatori guidati da Bruna Scarcello e delle volontarie Giusi Ielitro e Susi Campolongo che si sono alternate seguendo le lezioni tenute dalla giornalista e scrittrice Rosalba Baldino.

Il corso di scrittura creativa è inserito nel progetto Liberi di Leggere finanziato dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali e realizzato da LiberaMente in collaborazione con MorEqual, centro socioculturale Frassati, casa circondariale di Cosenza e casa circondariale di Paola.

Articolo precedente Fuscaldo. Conclusione percorso didattico BioGulìo