Terremoti e storie sismiche dei territori. Due seminari al Museo del Presente di Rende

Terremoti e storie sismiche dei territori. Due seminari al Museo del Presente di Rende

terremotoSi svolgerà martedì 24 febbraio, alle ore 15.30, presso la Sala Tokyo del Museo del Presente di Rende, il seminario “Terremoti prima del Bruzio e oltre la Calabria: la memoria degli uomini e quella delle faglie” a cura del Dipartimento della protezione Civile e dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. Interverranno Paolo Galli del Dipartimento della protezione civile e Viviana Castelli dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia.

Si chiama “Uno sguardo alla storia sismica del territorio calabrese. Nuove metodologie di indagine e misurazione dei terremoti” il seminario che si terrà mercoledì 25 febbraio, alle ore 15.30, presso la Sala Tokyo del Museo del Presente di Rende, a cura dell’Università della Calabria. Interverranno docenti e ricercatori. In modo particolare Rocco Dominici e Vincenzo Carbone si soffermeranno su “Statistiche e predicibilità in sismologia”, Ignazio Guerra su “La sismicità della Calabria”,  Alfonso Vulcano su “Protezione sismica delle costruzioni”, Alessandro Guerricchio su “Esempi di effetti della sismicità sulla morfologia del territorio calabrese” e il rettore Gino Mirocle Crisci su “La geologia della Calabria, implicazioni sismologiche”.

I due seminari, gratuiti e aperti al pubblico, rientrano nell’iniziativa “La Calabria che si muove, un mese di eventi, riflessioni, incontri sul rischio sismico” organizzata dal CSV Cosenza con il supporto del Comune di Rende, della Regione Calabria, dell’Ufficio scolastico regionale e del Dipartimento di Protezione Civile, in collaborazione con l’Università della Calabria e la Prefettura di Cosenza.

Visita la sezione del sito dedicata all’evento.

Articolo precedente Mostra Terremoti d’Italia – Seminari tecnici e Laboratori