CSV Cosenza

Analisi mare pulito sul Tirreno cosentino

Lo scorso 30 agosto i volontari dell’associazione Mare Pulito, accompagnati dai professori del laboratorio di chimica dell’ambiente del Dipartimento Chimica e Tecnologie Chimiche dell’Università della Calabria, hanno prelevato a Marina di Fuscaldo, in via Messinette, campioni di acqua di mare limpida e torbida al fine di realizzare analisi autonome. I campioni sono stati prelevati a partire dalle 11.30 sia in una zona in cui il mare presentava, in superficie, la schiuma visibile a tutti, sia in una zona in cui tale schiuma era assente.

I campioni sono arrivati in laboratorio alle 13.30 ed analizzati in un arco temporale che va dal 31 agosto al 2 settembre. Le analisi sono state effettuate dal responsabile scientifico del Laboratorio SILA (Servizi Integrati Laboratori Ambientali), Amerigo Beneduci, iscritto all’albo dell’Ordine regionale dei chimici e dei fisici della Calabria e dalle sue collaboratrici, Giuseppina Anna Corrente e Renata De Rose.

La città di Fuscaldo è stata scelta in maniera totalmente casuale fra tutte quelle segnalateci in posta e sulla Pagina Facebook di “Mare Pulito”, anche per una questione di vicinanza con la stessa Università della Calabria. Nel campione di acqua torbida, le analisi hanno rilevato la presenza del batterio intestinale Escherichia coli in quantità discretamente superiore alla normativa vigente e nel dettaglio 2000UFC/100mL riscontrati su un limite di 500UFC/100mL ammessi. Sono stati, inoltre, misurati valori relativamente alti di alcuni parametri chimici correlati alla fioritura algale (azoto). Tale fenomeno, in questo caso, appare presumibilmente legato ai reflui dei fertilizzanti agricoli che, scaricati in mare, favoriscono e accelerano il processo.

L’associazione Mare Pulito, nella sua mission di diffondere buone pratiche per la tutela del mare, sensibilizzando sul tema quante più persone, enti e istituzioni, ha voluto realizzare analisi autonome sulle acque del Tirreno cosentino. Trattandosi di analisi preliminari, l’associazione ritiene siano da attenzionare e approfondire. I valori emersi, infatti, rappresentano un'ulteriore conferma della necessità di potenziare l'attività di monitoraggio delle acque, al fine di chiarirne qualità e sicurezza. L’associazione ringrazia i docenti dell'Università della Calabria per il supporto dato e l’Arpacal che svolge, con continuità e precisione, il lavoro di controllo e monitoraggio ambientale sul nostro mare. Le analisi effettuate da “Mare Pulito” sono autonome e non intendono, in alcun modo, mettere in dubbio o sostituirsi al lavoro dell’Agenzia regionale. Per i dettagli scientifici e per ulteriori informazioni sui risultati delle analisi effettuate, è possibile contattare il professore Beneduci all’indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..