Il CSV Cosenza sperimenta il servizio civile digitale

Servizio Civile Digitale - Digitale: cardiotonico. È il nome del programma di intervento finanziato dal dipartimento per le Politiche giovanili e il servizio civile universale che sperimenta, per la prima volta, il servizio civile digitale.

Il programma, di cui è capofila il CSV Lazio e della cui rete fa parte anche il Centro servizi per il volontariato di Cosenza, si trova al primo posto della graduatoria nazionale e coinvolgerà 32 giovani di cui 4 saranno assegnati al CSV Cosenza.

La sperimentazione mira a sostenere, da un lato gli Enti di Terzo Settore nelle pratiche di implementazione digitale, in considerazione del fatto che tante procedure avvengono, ormai, online (iscrizione al Runts, presentazione progetti, richieste ristori, ecc.). Il supporto si concretizza, altresì, nelle procedure di acquisizione degli strumenti necessari per accedere alle diverse piattaforme o (lo SPID e la firma digitale per citarne due). L'altra azione mira a supportare la popolazione più anziana e meno incline all'utilizzo delle tecnologie nell’accesso agli strumenti digitali e al disbrigo delle pratiche online.

Il bando, rivolto ai giovani tra i 18 e i 28 anni, è di prossima pubblicazione. In Italia saranno in tutto mille gli operatori volontari che verranno formati e opereranno con il ruolo di “facilitatori digitali”.