Antenne sociali. Presentato il progetto ANTEAS a Rossano

Antenne sociali. Presentato il progetto ANTEAS a Rossano

antenne sociali anteasUna campagna di sensibilizzazione sociale contro il disagio e le solitudini. Si chiama Antenne sociali ed è il progetto promosso dall’Anteas – Associazione nazionale tutte le età attive per la solidarietà, in collaborazione con la Fitus – Federazione italiana per il turismo sociale. Il progetto è stato avviato lo scorso anno in tutta Italia e vi hanno aderito 19 regioni.

A rappresentare la Calabria, l’Anteas di Rossano guidata dal presidente Antonio Guarasci. L’iniziativa vuole irrobustire le sensibilità e le capacità dei volontari ANTEAS di essere “antenne sociali”, dunque soggetti in grado di intercettare pezzi di domande sociali che rischiano di non essere viste e ascoltate e stimolare un lavoro di rete con gli altri attori del territorio.

Come antenna sociale è stata individuata la volontaria Margherita Carignola che si è subito attivata per costituire una rete di collaborazione con  l’Assessorato ai servizi sociali del comune, con la Caritas Diocesana, con le associazioni Insieme, Avo, Auser, Forum Terzo Settore, Pro-Loco e con le federazioni di pensionati Spi e Fnp per cercare di realizzare una mappa dei disagi e delle fragilità sociali cittadine.

Del progetto se ne è parlato durante un incontro che si è svolto lo scorso 22 maggio a Rossano e al quale ha partecipato anche Massimiliano Colombi, direttore generale dell’Anteas nazionale. Per saperne di più si può contattare l’associazione all’indirizzo di posta elettronica anteasrossano@libero.it.

Articolo precedente Cosenza e Roma. Gli appuntamenti della Fondazione Lanzino