CSV Cosenza

Praia a Mare sperimenta il dopo di noi

Adotta il centro diurno di Praia a Mare! È questo l’appello lanciato dall’associazione Teniamoci per Mano che ogni giorno accoglie ragazzi con disabilità. L’associazione è attiva da undici anni sul territorio dell’alto Tirreno cosentino ed è diventata un punto di riferimento per molti. Il progetto “Centro anch’io” vuole dare una stabilità al centro diurno affinché possa restare a disposizione anche nel “Dopo di noi”, quando i genitori delle persone che lo frequentano non ci saranno più. 

Già da metà febbraio quattro ragazzi con disabilità dormiranno per alcuni giorni della settimana nella struttura. Saranno i cittadini a far fronte alle spese con le donazioni. Un modesto contributo di tanti, infatti, versato mensilmente, attraverso una corretta e oculata pianificazione, permetterà all’associazione di affrontare le spese.

“C’entro anch’io è un progetto che ci piace definire di rivoluzione sociale – dichiara la presidente di Teniamoci per Mano, Franca Parise - un’idea che è arrivata improvvisamente, quella di fare adottare il nostro centro diurno all’intera comunità. Ognuno può contribuire come può e se saremo in tanti trasformeremo il diurno in casa famiglia. A chi ci adotta, doneremo una cassetta di ortaggi di stagione che i nostri ragazzi producono nel loro orto sociale”.

La notizia è stata ripresa da diverse testate giornalistiche e riscosso molto interesse. “Abbiamo lanciato l’idea e qualche giornalista ci ha ascoltato, sui social è accaduto l’impossibile, 42mila condivisioni e poi messaggi e telefonate, siamo super felici, arrivano già le prime adesioni”. Chi volesse offrire il proprio contributo può contattare il numero di telefono 331.5866354 oppure visitare il profilo Facebook dell’associazione “Teniamoci per Mano Onlus’’.