CSV Cosenza

Disabilità. Incontro Fish e La Spiga a Cosenza

Informare le persone con disabilità e le loro famiglie sul progetto sociale individualizzato. È questo il senso dell’incontro che si svolgerà lunedì 13 novembre, dalle 15.30 alle 18, nei locali dell’associazione di volontariato La Spiga, in via Saverio Albo, a Cosenza.

L’iniziativa, promossa dalla Fish (Federazione italiana per il superamento dell’handicap) e dall’associazione La Spiga, rientra in una campagna di sensibilizzazione che la stessa Federazione sta portando avanti in tutta la Calabria grazie al sostegno di Poste Insieme Onlus.

Il progetto sociale individualizzato rappresenta un modello di servizio incentrato sulla presa in carico globale della persona con disabilità ed ha lo scopo di valorizzarne al meglio le capacità, favorendone l'inclusione sociale. Il progetto si configura come un vero contratto tra gli enti pubblici competenti e ciascun beneficiario.

Per la realizzazione del progetto si rende necessaria la nomina di un referente, il cosiddetto case manager, che può essere un assistente sociale o un operatore competente, che garantisce il coordinamento tra il progetto sociale individuale per la persona disabile e la rete delle risorse del territorio: centri di aggregazione sociali e culturali, parrocchie, associazioni, biblioteche, altri servizi sociali o culturali. I destinatari sono le persone con disabilità di qualsiasi età. Il progetto sociale individualizzato può essere richiesto, al proprio comune di residenza, dall'interessato, dalla famiglia, dall'amministratore di sostegno o dal tutore, qualora si tratti di minore o di persona non in grado di autorappresentarsi.

In Calabria, quest’anno, attraverso il passaggio di competenze dalla Regione ai comuni con l’applicazione della legge nazionale 328/2000 e della legge regionale 23/2003, si è aperta la fase di programmazione delle politiche sociali. Regione, comuni, enti del terzo settore e organizzazioni sindacali, attraverso lo strumento della redazione dei Piani di zona, concorreranno alla programmazione e al coordinamento degli interventi sociali mettendo al centro le necessità degli utenti (minori, disabili, anziani, ecc.). Ma non è l’unica novità: la Regione Calabria ha recepito la Legge sul Dopo di Noi e i progetti sperimentali per la vita indipendente. Inoltre il Consiglio regionale, con la mozione n.74 del 28 marzo, si è impegnato ad applicare la Convenzione Internazionale sui Diritti delle Persone con Disabilità, già Legge dello Stato dal 2009.

La FISH ritiene, pertanto, che questo sia il momento giusto le persone con disabilità di presentare istanza al proprio comune per la richiesta formale del proprio progetto sociale individualizzato. “Attiveremo a breve – dichiara la presidente della Fish Calabria, Nunzia Coppedè -  uno sportello online per poter comunicare anche con chi ha difficoltà a partecipare fisicamente ai nostri incontri per divulgare queste nuove ed importanti opportunità che ci riguardano così da vicino e che sarebbe un vero peccato sprecare”.

Dopo Cosenza un altro incontro si svolgerà a Reggio Calabria lunedì 20 novembre, alle 15.30 nell'auditorium della Piccola Opera Papa Giovanni, in via Vallone Mariannazzo. Per maggiori informazioni si può contattare il numero di telefono 338.7844803 oppure scrivere un’email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..