CSV Cosenza

Auser. Bollino blu per l’Università Popolare di Rende

Garantisce il rafforzamento di conoscenze e competenze culturali, l’arricchimento di interessi e disocialità nei corsisti, nonché l’integrazione con altre realtà culturali e sociali del territorio. Con queste motivazioni è stato conferito, nei giorni scorsi, il “Bollino blu” all’Università Popolare della Libera Età di Rende nell’ambito dell’iniziativa “La città che apprende” promossa dall’Auser nazionale a Torino.

“Siamo contenti e orgogliosi perché questo bollino – dichiara la presidente dell’Università Popolare dell’Auser di Rende, Elena Hoo - è il riconoscimentodi una attività intensa e creativa, organizzata grazie al contributo assolutamente volontario di oltre trenta tra docenti e professionisti che condividono le proprie competenze, mettendole al serviziodella comunità attraverso la realizzazione dei diversi corsi e laboratoriche si svolgono quotidianamente nella Biblioteca Civica di Rende, messaa disposizione del Comune”. 

Elena Hoo auspica che anche nella nostra regione venga recepita la legge 92 chegià dal 2012, a livello nazionale, prevede la costruzione in ogniterritorio di un sistema di educazione permanente e di reti territorialiintegrate tra istituzioni ed associazioni del Terzo Settore.

“È proprio in questo orizzonte di cambiamento – continua la responsabile Auser - che come Università Popolare continueremo a dar vita a piani operativi per l’apprendimentopermanente capaci di incontrare piani di sviluppo economico e sociale alivello locale, convinti che la capacità di continuare a imparare sia unadelle grandi sfide del nostro tempo”.