CSV Cosenza

Impresa Sociale: iscrizione nel Registro imprese

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato il decreto interministeriale 16 marzo 2018 che definisce gli atti e i documenti che le imprese sociali sono tenute a presentare al registro delle imprese e le modalità per l’esecuzione di tali adempimenti.

Nel decreto viene stabilito che gli enti privati che esercitano in via stabile e principale un’attività d’impresa di interesse generale, senza scopo di lucro e per finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale, per iscriversi nell’apposita sezione tenuta presso l’ufficio del registro delle imprese nella cui circoscrizione è stabilita la sede legale, devono presentare, per via telematica o su supporto informatico, i seguenti atti e documenti:

  • l’atto costitutivo, lo statuto e ogni successiva modificazione;
  • il bilancio di esercizio;
  • il bilancio sociale;
  • per i gruppi di imprese sociali, oltre ai predetti documenti, le indicazioni di cui all’articolo 2497-bis, commi 1 e 2, del codice civile, oltre all’accordo di partecipazione e ogni sua modificazione;
  • ogni altro atto o documento previsto dalla vigente normativa.

Il deposito deve essere effettuato, a cura del notaio o degli amministratori, entro trenta giorni dal verificarsi dell’evento, fatti salvi gli altri obblighi di legge per la definizione dei tempi di redazione e deposito, utilizzando i modelli approvati dal Ministero dello sviluppo economico per la presentazione delle domande all’ufficio del registro delle imprese.

L’ufficio del registro delle imprese che riceve la domanda di deposito presentata dall’organizzazione che esercita l’impresa sociale, prima di procedere all’iscrizione nell’apposita sezione, deve verificare: la completezza formale, la presenza nell’atto costitutivo dell’oggetto sociale, l’assenza dello scopo di lucro.

Il decreto è ancora in attesa di essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale.