CSV Cosenza

Erogazioni liberali: trasmissione all’Agenzia delle entrate

Il decreto del Ministero dell’economia e delle finanze del 30 gennaio 2018 “Trasmissione all’Agenzia delle entrate dei dati riguardanti le erogazioni liberali in favore delle Onlus, delle associazioni di promozione sociale e delle fondazioni ed ulteriori associazioni” chiede di inviare, entro il 28 febbraio dell’anno successivo a quello di riferimento, una comunicazione con i dati relativi alle erogazioni liberali in denaro deducibili e detraibili, eseguite nell’anno precedente da persone fisiche.

Sono tenuti alla comunicazione:

  • le Onlus;
  • le associazioni di promozione sociale;
  • le fondazioni e associazioni riconosciute, con scopo statutario la tutela, promozione e valorizzazione dei beni di interesse artistico, storico e paesaggistico;
  • le fondazioni e associazioni riconosciute, con scopo statutario lo svolgimento o la promozione di ricerca scientifica, individuate con DPCM.

I suddetti soggetti comunicano l’ammontare delle erogazioni liberali effettuate tramite banca o ufficio postale ovvero mediante gli altri sistemi di pagamento con mezzi diversi dal contante, con l’indicazione dei dati identificativi dei soggetti eroganti. Inoltre, gli stessi soggetti trasmettono l’ammontare delle erogazioni liberali restituite nell’anno precedente, con l’indicazione del soggetto a favore del quale è stata effettuata la restituzione e dell’anno nel quale è stata ricevuta l’erogazione rimborsata.

L’adempimento, sia per il 2018 e il 2019, è facoltativo, diventerà obbligatorio, salvo ulteriori disposizioni, a partire dal 2020.
Visto che l’adempimento ha carattere sperimentale, non si applicano le sanzioni per l’errata comunicazione dei dati, di cui all'art. 3, comma 5-bis, Dlgs n. 175/2014 “a meno che l’errore nella comunicazione dei dati non determini un’indebita fruizione di detrazioni o deduzioni nella dichiarazione precompilata”.

La trasmissione dei dati delle erogazioni liberali in denaro deducibili e detraibili può essere inviata all’Agenzia delle Entrate in via telematica utilizzando il servizio telematico Entratel o Fisconline così come previsto dal PROVV. N. 34431 del’ 09/02/2018 dell’Agenzia delle Entrate.